Tuesday, December 11, 2012

Stefano Velotti - FALSA PARTENZAAAAA! (indialoghidiestetika#2)

Ja, ritroviamo anke nel dialogo Velotti - Dal Sasso 1 ben dissimulato akkademismo ke pratica, tra equivoci e malintesi, le konsuete “false partenze” dei prof: il privilegiare sempre, nella scelta degli artisti, figure già ampiamente established, come Marzia Migliora, Santa Louise Bourgeois, T,S....

Sottolineo ke la Marzia Migliora kompare nella buffissima lista "artisti" del MAXXI - leggetela per farvi qualke risata. In kuella lista-spot troviamo il marito della Bakargiev, poi Caccavale ecc... (incredibile ke un museo pubblico reclamizzi in kuesto modo sfacciato degli artisti, alkuni dei quali poco noti fuori dall'Italia). Uso sfrenatamente lobbista dell'istituzione pubblica.
Nell'intervista dialogo sono citati  Louise Bourgeois + 1 opera di T.S. vista a Documenta (!)... Velotti -  così fai l'estetica dell'ovvio. Strumenti di pensiero raffinatissimi messi a servizio di chi detiene il potere o della komprensione dell'arte?
:)))) gli "artisti italiani" secondo le le allegre comari del MAXXI:
http://www.fondazionemaxxi.it/cat/schede-biografiche/artisti/

Stefano Velotti - FALSA PARTENZAAAAA! I filosofi si riposizionino nelle rispettive postazioni di partenza.

Saturday, December 8, 2012

Wednesday, December 5, 2012

>>>lacune teoriche di Paola Pivi (P.P. non è artista concettuale)

P.P.P.
Pieri Paoli Pasolini?
Niet
PiPiPi Calzelunghe?
Nada
Paola Pivi Parla?
Yez, in "dialoghi di estetika" (Artribune) la Paola vuota il sacco con Dal Sasso.
Sentite un po'...

"Dal Sasso: Ma l’opera allora che cos’è: un’idea, un oggetto o, come si dice spesso, una rappresentazione?

Pivi: Aggiungerei a queste tre una quarta possibilità: realtà. Fare arte per me vuol dire interagire e manipolare la realtà. Quando per esempio ho esposto il caccia Fiat G-91 sottosopra (1999) o il Piper Seneca, un aeroplano a 6 posti che ruota su se stesso all’ingresso del Central Park a New York (2012), non ho esposto né un disegno né un fumetto del caccia e del Piper Seneca. Questi sono oggetti veri e propri, non sono le loro rappresentazioni visive. E questo vale anche per i cinesi e la pizza, c’erano davvero prima di diventare immagini."

Ke risposte agghiagghiantizzime! Pivi utilizza alcune pratiche artistiche come meri strumenti di comunicazione, senza una riflessione sulle implicazioni teoriche in esse sottintese. Le ha fatte proprie, evidentemente mutuandole da altri: “Questi sono oggetti veri e propri, non sono le loro rappresentazioni visive. E questo vale anche per i cinesi”.
L’opera a cui si riferisce mostra in tutta evidenza una selezione molto attenta di figure assai vicina allo stereotipo astratto dell’idea rappresentata. Ma tranquilli, x Pivi sono “oggetti veri e propri”. Pensa che lavorare sugli stereotipi sia un modo di eludere la lettura delle evidenze formali dell’opera… e qui la fotografia viene utilizzata come una specie di fotogiornalismo x performance, documento inconfutabile e certo della sua sognata “realtà”. Cosa scrivono di quest’artista priva di una solida base teorica nel database "Italian Area"?

Quello che è importante nei suoi lavori è l’intenzionalità, il presupposto concettuale: la realizzazione pratica può anche essere affidata ad altri”.

Dubito ke il lavoro di 1 artista priva di rigore possa produrre opere kon “presupposti concettuali”. Non basta demonizzare la pittura, far passare ready-made puri come il "Fiat G-91" sottosopra (again! roba da studenti dell'accademia) per sculture e farsi farsi fare le opere dagli altri per raggiungere un rigore teorico. Quelle di P.P. sono idee, non dissimili dalle idee di designer, grafici ecc… lei le esprime attraverso pratiche artistiche quali performance, fotografia che hanno come target preferenziale i musei d’arte contemporanea. Tutto qui.

Ingenuità Pivi-pivesche da lasciare di-Dal Sasso. Ed in effetti Dal Sasso si limita alla funzione di registratore a pile scariche del Pivi-pensiero.
Paola, di quale “realtà” parli? Quella pivesca da te immaginata certa, monolitica, più vera del vero e più reale del Re esiste solo nella tua testa.
Tra il percepito ed il percipiente si manifestano diaframmi che sono esattamente gli spazi ed i territori delle arti.
E se le arti si possono definire tali anche in quanto si propongono come reperti atti ad una lettura delle loro evidenze formali, molte tue opere ad una verifica formale restituiscono il pregiudizio di un equivocato concetto di “realtà” che potrebbe persino essere definito “verismo”.
Eppure la Pivi resta strakonvinta: “La fotografia mi permette di fissare a livello visivo qualcosa che accade nella realtà e di trasmetterlo direttamente all’osservatore”. Pensa alle foto dei matrimoni, forse. Paola, quelle selezionano gli sposi e non l’imboscato al pranzo di nozze. Ecco il testo critico nella pagina a lei dedicata nel database “Italian Area”. Di poetica non si parla. Ed in effetti una poetica non c’è. Scrivono di “presupposti concettuali” – ma quali siano non ce lo dicono:

“Già vincitrice del Leone d’oro alla Biennale di Venezia (1999) e della borsa di studio del PS1 di New York, Paola Pivi ha alle spalle un lungo percorso di ricerche ed esperienze.
I suoi lavori sono incursioni che stravolgono il nostro modo di vedere e vivere il quotidiano: giocati sul doppio binario di spettacolarità e semplicità offrono generalmente spostamenti di senso che tendono però ad alimentare una relazione tautologica con le cose.
Una formazione e un interesse scientifici emergono dalla sua creatività. Ama proporre un disordine tra le grandezze, un continuo passaggio dal gigantismo alla miniaturizzazione.
Quello che è importante nei suoi lavori è l’intenzionalità, il presupposto concettuale: la realizzazione pratica può anche essere affidata ad altri.”


l'orsetto grigio dubita di P.P.

... nightmares da stravaccamento sul divano...

Paola Pivi > installazioni naif?
Pure nella pratica pittorica vi sono artisti che arrivano ad ottenere effetti visivi efficaci e di un certo impatto anche in assenza di una preparazione data dallo studio di medium, disegno, teoria e storia dell’arte. Vengono etichettati come naif. Mi chiedo se si possano definire alcune opere di Paola Pivi (considerando le sue evidenti lacune teoriche) come “installazioni naif”. Chi conosce certi ambienti museali dell’arte contemporanea sa che il raggiungimento di “effetti” visivi (e le esigenze espositive degli spazi, l'entertainment da museo) oggi risultano assolutamente preponderanti sulle motivazioni di pensiero che li determinano. Esse rimangono sullo sfondo evocate in modo fumoso e, direi, letterario.
Com'è possibile che una artista sia arrivata ai massimi livelli del sistema museale italiano con una preparazione teorica da studentessa dell'Accademia?
Di cosa han parlato con la Pivi i vari critici che si sono occupati del suo lavoro come Bonami Gioni e compagnia?

Modeele beele by Beecroft?
Nieet. Cineesi by Piivi

Dove vanno a pescare i ready-made gli allievi di Garutti?
All’ufficio concetti smarriti

Le teorie di Paola Pivi sono un po’ acerbe e immature?
P.P. Calzelunghe

Dove tengono i ready-made pronti all’uso gli allievi di Garutti?
Nelle buste dei “4 Ready Made In Padella” Findus

Che suono emette 1 allievo di Garutti quando fa l’ennesimo ready-made?
Coccodè  (continua...)

Saturday, October 27, 2012

A.K.S. (Agent Kos Scale)


In 2012 secret agent Schiacchia-Kos invented a scale to evaluate the effects of architecture and art conferences on audience. The Kos scale ******


Average conference effects 
I - Attention
first chewing gum
one silenced fart
you follow the conference with great attention
u try to play footsie with the person sitting next to u

II - Absent-mindedness
the one sat next to you has changed his/her seat
legs spreading to let conditioned air flowing through the planets
origami with a page of notebook
last chewing gum

III – Limbo
fatigue-stion
you fart a non-silenced morse code S.O.S.  · · · — — — · · ·
childhood memories awaken (favourite Japanese cartoon theme song)
(1 piss)
you change religion

IIII - What am I doing here?
u go back to your former religion
u don’t give a damn about following the conference
your stomach plays Shakespeare’s “Romeo and Croquette”
audience with their tongues dangling between Nike sneakers

IIIII - Hallucinations
you see Patti Smith giving a poetry reading to the guys of Jersey Shore
Tadao Ando is a pupil of Bernini’s?
Karim Rashid is Zaha Hadid’s toyboy?
Great Paper Wall of Japan?
Brad Pitt is 1 architect in Oslollywood?

Tuesday, September 4, 2012

La Vedova Prada ha la Celant-ite acutissima

Ki abbiamo visto alla Fondazione Prada? Il diavolo veste Germano Celant.
Ki abbiamo visto alla Fondazione Vedova per curare una mostra fotocopia di un’altra (Teatri – Aldo Rossi) già organizzata in città poco tempo fa? Germano Celant.
Ki abbiamo visto all’università a “conferenzare” & bla-bla-blare insieme a Nico Stringa? Germano Celant.
Ki è intervenuto nel convegno di finissage-Biennale? Germano Celant
Potrei citare tanti altri Germano Celant taggati "Venezia".
Tale conformismo da salon del sistema produce un diffuso immobilismo assolutamente pernicioso, in un’ottica di sviluppo; condizione riassumibile nello scioglilingua:  Emilio-Vedova-non-sarebbe-diventato-Emilio-Vedova-se-avesse-avuto-a-che-fare-con-la-Fondazione-Emilio-Vedova.
Lo sappiamo, i megacontenitori e le “autorevoli” istituzioni  tendono a fare rete con realtà simili, reiterando i medesimi schemi, escludendo ogni forma di alterità, e questo accade a Venezia anche nel settore delle fondazioni d’arte. La Celant-ite acutissima va curata senza indugi!

Tuesday, July 17, 2012

Le furbe-false "Lezioni di arte contemporanea" dei prof (by Radio3 - MAXXI)

Quest'estate Radio3 manderà in onda una serie di trasmissioni intitolate enfaticamente "Lezioni di arte contemporanea":
A partire dal 7 luglio e per tutto il Palinsesto estivo il sabato e la domenica alle 9.45 Radio3 propone un ciclo di Lezioni di arte contemporanea, realizzate in collaborazione con il MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma.
Chi conosce i nomi che in questi ultimi anni hanno gestito il MAXXI non può certo stupirsi dei bla-bla-tori e professori invitati. Sono per lo più figure appartenenti ad un'area culturale omogenea dalla quale ogni forma di alterità culturale e di pensiero viene sistematicamente esclusa. E' il loro MAXXI stile, come sempre riconoscibilissimo. Alcuni stranoti critici+gallerista (sempre gli stessi) vengono utilizzati per condire questa indigesta insalata di professori ed attribuirvi una prospettiva storica avvalorando così la serietà dell'operazione.
Di fatto il ciclo prende in esame il secondo Novecento. Vi restano quasi del tutto escluse emergenze e novità del presente,  tranne alcuni interventi "tecnici" di certo inadatti alla divulgazione, vedi "Dirigere un museo di arte contemporanea" di Anna Mattirolo (Anna complimenti per l'autoreferenzialità).
Da abili manipolatori, i curatori della trasmissione vogliono instillarci l'idea (mentre fingono di istruirci sui dogmi di un presente tutto accademico, museale, inventato) che le questioni dell'arte e quelle della critica d'arte siano assolutamente sovrapponibili.
Perché gli artisti non sono stati chiamati a dire la loro?
Perché l'arte contemporanea ci viene presentata come se si trattasse di lezioni accademiche di storia dell'arte ex catedra, sul genere dogmatico-tecnico-professorale?
Perché non viene data voce alle realtà indipendenti?
Gli scrittori e i poeti non hanno nulla da dire sull'arte presente? Non sono stati anch'essi attori fondamentali nel germinare del moderno nelle arti visive e dei successivi sviluppi?
Tra gli argomenti trattati non troviamo "lezioni" (ma io preferirei fossero "discussioni", "racconti") sui temi scottanti del presente: blog e forum, figura sociale dell'artista vs critico, curator porn, rapporto tra microclimi culturali locali e omologazione, sistema museale pubblico vs no profit, nuove tendenze, underground, arte & sviluppo ecc...
Fare divulgazione sull'arte contemporanea come se si trattasse di problemi accademico-museali ed attinenti alla critica d'arte significa omettere volontariamente i problemi del presente.
Potremmo persino cambiare l'altisonante titolo all'intero ciclo, ribattezzandolo "Arte e critica d'arte nel secondo Novecento dei Professori":
Arte Di Stato in divisa d'ordinanza. Il quotidiano, il dato esperienziale, le nozioni di negativo, alterità e paradosso sono omessi a favore di una falsa restituzione dei fenomeni per etichette e didascalici dogmatismi. Il tutto, naturalmente, con l'alibi di "avvicinare l'arte contemporanea al grande pubblico".
Furbe&false, MAXXI-lezioni.
L'intero ciclo:
09/09/2012Dirigere un museo di arte contemporanea - con Anna Mattirolo
08/09/2012Curare una mostra di architettura contemporanea con Pippo Ciorra
02/09/2012Curare una mostra di arte contemporanea con Carlos Basualdo
01/09/2012La Videoarte con Silvia Bordini
26/08/2012Gli anni Novanta con Laura Cherubini
25/08/2012La scrittura delle mostre da Identité Italienne 1981 a The Italian Metamorphosis 1995 con Germano Celant
18/08/2012Arte e Fotografia, prima parte con Claudio Marra19/08/2012Arte e Fotografia, seconda parte con Claudio Marra
12/08/2012La critica d'arte degli ultimi 40 anni, seconda parte con Claudio Zambianchi
11/08/2012La critica d'arte degli ultimi 40 anni, prima parte con Claudio Zambianchi
05/08/2012Gli anni Ottanta, seconda parte con Stefano Chiodi
29/07/2012Gli anni Ottanta in Italia tra Postmoderno e Transavanguardia con Angela Vettese
28/07/2012Contemporanea 1973, un'esperienza d'arte a Roma negli anni Settanta con Achille Bonito Oliva
22/07/2012Fuoco, Immagine, Acqua, Terra 1967 e l'esperienza della Galleria l'Attico di Roma tra gli anni Sessanta e Settanta, seconda parte con Fabio Sargentini
21/07/2012Fuoco, Immagine, Acqua, Terra 1967 e l'esperienza della Galleria l'Attico di Roma tra gli anni Sessanta e Settanta, prima parte con Fabio Sargentini
15/07/2012Gli anni Settanta, seconda parte con Daniela Lancioni
14/07/2012Gli anni Settanta, prima parte con Daniela Lancioni
08/07/2012Gli anni Sessanta, seconda parte con Maria Grazia Messina
07/07/2012Gli anni Sessanta, prima parte con Maria Grazia Messina

Sunday, July 1, 2012

7 Wonders of Postmodern Ages


7 Wonders (and a half) of the Postmodern Ages:

- The big igloo of Eskimo Parliament

- Colossus of Rhodes (with anabolic steroids)

- Great Wall of Berlin

- Mausoleum of Elvis

- Pizza Pyramids

- Leaning Tower of Marge

- Tour de France (Eiffel)

+ 1 Alf

http://www.tvshowsondvd.com/news/ALF/3443

7 Wonders of the Middle Ages:

- Stonehenge
- Colosseum
- Catacombs of Kom el Shoqafa
- Great Wall of China
- Porcelain Tower of Nanjing
- Hagia Sophia
- Leaning Tower of Pisa

Sunday, June 10, 2012

Sunday, April 29, 2012

Carolyn Christov-Bakargiev & Nadja Sayej - "Piedone a Hong Kong - Documenta?"








>>>>Caso Sayej - Bakargiev.
Nadja Sayej, in un suo post online, osserva che nel press-CD di Documenta 13 ci sono più foto della curatrice Bakargiev che opere d’arte.

Le 19 fotografie Bakargiev contenute nel press kit per la stampa indubbiamente sottraggono spazio alle opere degli artisti esposti a Documenta13.
Possiamo definirle opere d'arte “simulate” sostituto-surrogato di quelle autentiche?
Certo non si tratta solo di ritratti patinati. Mimano cliché visivi tratti dalla cronaca, sembrano ibridi tra dilettantesche trash gallery di facebook e gesti simbolici da tela seicentesca, grottesco-reality sommato ad atteggiamenti teatrali di dubbio gusto.
Di fatto esse presentano, in quanto surrogati delle autentiche opere d'arte, iconografie e motivi tratti dalla storia dell'arte.

La curatrice ridente che mostra i suoi tesori come la popolana al mercato ricorda tante nature morte col medesimo soggetto.
I piedi svettanti in primo piano? “San Matteo” by Caravaggio.
CCB throning? Velasquez + tronisti televisivi.
La smorfia della Bakargiev working hard grida a gran voce seicento napoletano + Cronaca Vera.
“Piedone a Hong Kong – Kassel"
Insomma, i Curator Porn sanno quello che la stampa vuole e glielo danno in abbondanza: stereotipie, facce sorridenti e rassicuranti, immagini "veriste", non opere d'arte, ma simulacri. Inoltre, gestualità claunesca e smorfie ilari rivelano la preoccupazione di introdurre elementi di comunicazione mainstream in schemi culturali che proprio verso la cultura mainstream hanno costruito un enorme pregiudizio, un pregiudizio alimentato dalla bolla separata delle istituzioni d'arte di stato dove il pubblico è solo passivo spettatore.

L'esercito di faccine ridenti dei Curator Porn (ma io preferirei chiamarli cur-attori) si è inserito parassitariamente nei dispositivi divulgativi che collegano gli artisti alla stampa, ai giornalisti (che non devono essere confusi con il pubblico dell’arte) affermando un’ambigua iconografia stile verismo. Ridendo ci persuadono che va tutto bene, rassicurano. Il loro non è protagonismo ma parassitismo, mettono in ombra il ruolo sociale dell’artista, impediscono alle opere di essere fruite e arrivare alla gente. Si tratta senza dubbio di una produzione “figurativa” tanto costruita quanto inautentica. Ebbene, lo smile rieccheggia la pittura di genere, l'arte di propaganda, mentre il cliché formale e la postura della sequenza frontale ritratto-trono-cane richiama ancora Velasquez, quindi i dispositivi di comunicazione di un potere gerarchico assoluto. Il cane resta cane anche vicino ad un principe. Nel caso 19-Bakargiev autocompiacimento e autoindulgenza arrivano a inscenare (non si sa quanto consapevolmente) dei rozzi tableau vivant citazionisti.
Il cerchio si chiude. L'artista visivo, in quanto inquietante portatore di un'alterità radicale rispetto al linguaggio verbale, viene rinchiuso negli zoo-Biennali, zoo-Quadriennali, zoo-Documenta, nelle gabbie (anche dorate) dove tutto può succedere senza lasciare traccia. Fuori, nella realtà, arrivano i curatori e funzionari guardiani dello zoo (portatori del linguaggio verbale), i cur-attori con le loro opere simulate, immagini che qualsiasi rotocalco da quattro soldi potrebbe mettere senza problemi in copertina.

http://tranqui2.blogspot.it/2013/10/prince-dog-throne-curator-dog-throne.html

http://tranqui2.blogspot.it/2013/07/rivoli-museum-carolyn-christov.html

http://tranqui2.blogspot.it/2012/09/carolyn-christov-bakargiev-good-bad-and.html

Saturday, April 14, 2012

Agenti anti DSK (alla mostra di Marin Falier)

agente Y4f7: Hai la presentazione della mostra?
agente C3a2: Sì. C'è skritta una lista di fregnacce...
agente Y4f7: Leggimela.
agente C3a2: "Tradimento - segreto di stato - arte di stato - Marin Falier Byron - Marino Faliero Donizetti - omissis - veline - servizi - dossieraggio - democrazia della cultura - lobby - documenti riservati - censurare - attenzionare..." Ma ke vuol dire 'sta roba?
agente Y4f7: Vuol dire che D.S.K. fa un'esposizione su Marin Falier, il Doge traditore.
agente C3a2: Ha ha! Sarà la solita mostra tenuta su kon lo sciùp!
agente Y4f7: Non hai capito niente! I capoccia della Maxi Lobby dell'arte ********* (omissis) ci hanno ordinato di stopparlo.
agente C3a2: Missione d'emergienza? Semaforo rozzo?
agente Y4f7: Priorità assoluta! Codice XXX. Piano d'azione: andiamo al vernissage travestiti  da ******* (omissis) e sequestriamo tutte le opere per indegnità artistica. Tranne 1.
agente C3a2: Pkè tranne 1?
agente Y4f7: Quella la ciulliamo al finissage!
agente C3a2: (saltando) E si fa! Si fa! Si fa! 
agente Y4f7: Shhhhh! Non urlare. Il nemico artista ci ascolta.
agente C3a2: (a bassa voce) ... io potrei usare la maschera chubby dell'ultima missione, kuella da Francesco Di Giacomo kantante del Banco del Mutuo Soccorso... 
agente Y4f7: Idea bannata. Se ti metti ancora la barba da Babbo Natale colorata con l'henné ci tirano un altro gavettone. Ci vuole 1 parrucca yeti in stile Francesca Pasini e gli occhiali da ghenga dei critici!
agente C3a2: Gli okkialetti 3D per vedere i quadri di Jackson Pollock a tre dimensioni?
agente Y4f7: Exatto. Io mi trucco Luca Rossi Blisset-t-t, il grafomane di Casablanca.
agente C3a2: Ekko! Xò meglio lasciare le pistole Beretta a kasa. Adesso ci sono i metal detector anke all'entrata delle mostre.
agente Y4f7: Il pistola sei te! Ti beccano lo stesso!
agente C3a2: ....
agente Y4f7: Missione XXX. Dossieraggio ad hoc. Affondare Scarpa Kos!
agente C3a2: La sua sicumera gliela facciamo pagare tutta in scomode rate... E x lui saranno cacchi amari!
agente Y4f7: cacchi acidi!
agente C3a2: cacchi allucinogeni!

Saturday, April 7, 2012

I perché dell'arte - GERMANO CELANT e il verismo

Perché Celant preferisce le installazioni alla pittura?
Perché sembrano più vere
.
Occhiali di Germano Celant?
Fondi di bottiglia Tony Cragg 
.
Germano Celant?
Pittofobico borderline
.
Celant non ama la pittura?
Soffre di pittofobia
.
Installazioni ready-made?
Arte "verista"
.
Installazioni?
Iperverismo
.
Arte povera?
Natura morta verista
.
Perché Celant ci racconta solo adesso che all'epoca dell'Arte Povera fumava canne?
Aveva paura che capissimo com'è andata
.
Davvero Celant ha dichiarato che quelli dell’Arte Povera si facevano “canne pazzesche”?
Sì, erano poveri in canna
.
1 Ready-made?
Sembrerebbe verista
.
La differenza tra conquistadores e Celant-ores?
I primi vendevano specchietti agli indigeni ingenui, il secondi vendono gli specchioni di Pistoletto agli ingenui indigeni.
.
Perché Germano Celant non ha ri-fatto con la Miuccia Prada "Imponderabilia" alla Fondazione Prada?
2001 Odissea nell'ospizio
.
1 vera installazione poverista?
Sembrerebbe verista
.
Ma allora le opere di Arte Povera sono nature morte veriste?
Nature zombie
.
Arte-natura?
Arte-zombie
.
Poverismo di fine Novecento?
Naturalismo di fine Ottocento
.
Arte-natura?
Naturalismo
.

http://tranqui2.blogspot.it/2012/03/i-100-perche-dellarte_16.html

Friday, March 16, 2012

I perché dell'arte

Il David di Michelangelo?
Teppista. Rompe i vetri degli Uffizi a fiondate

La Gioconda porta una terza o una quarta?
Fatele 1 expertise.

De Chirico dipingeva en plein air?
No, ai domiciliari

Pké Federico Zeri era così arrabbiato?
Sempre quando l’antica Roma perdeva il derby

Cos'ha in mano il David di Michelangelo?
Il tanga che ha tolto alla Venere di Botticelli

Pké Alessandro Filipepi ha cambiato nome in Sandro Botticelli?
L'ha deciso il suo manager

La tag del graffitaro Alessandro Filipepi?
BOT

E se Botticelli non avesse cambiato nome?
Non avrebbe scalato le classifiche dell'arte

Pké Giorgio Gasparini si faceva chiamare Giorgi-One?
Negli anni ottanta suonava Italo Disco come l'Albert One

Duchamp ha messo i baffi alla Gioconda?
Gioconda baffuta sempre piaciuta

“È una cosa strana, ma i vincitori del Premio Furla che spariscono, prima o poi vengono visti a San Francesco in provincia di Torino”. Chi l’ha detto?
Oscar Wilde

Il numero di scarpa del Mercurio (by Giambologna)?
40, secondo lo storico dell’arte Birkenstock

Che numero di penna hanno le ali ai piedi del Mercurio (Giambologna)?
Penna 40

Che scarpa porta il Mercurio di Giambologna?
Vibram Fivefingers

"Amore e Psiche" del Canova usano contraccettivi?
Lei prende la pillola dalle mensole di Damien Hirst 

Perché tanti critici odiano la pittura o soffrono di pittofobia?
Hanno visto l’Urlo di Munch da piccoli

Vezzoli ha girato un remake da Almodovar?
“Nonne sull'orlo di una crisi di nervi”

Kosa kontenevano le bottiglie di Morandi?
Vecchia Romagna

Kosa kontenevano le bottiglie di Morandi?
Profumo Chardin 

Le vibrisse di Frida Kahlo?
Le usava per testare i colori

Chi ha tagliato i mustacchi-Duchamp alla Gioconda?
Il barbiere di Frida Kahlo

Non riconoscete più la "Vergine + Sant'Anna"?
I restauratori-chirurghi-estetici del Louvre l'hanno troppo botulinata

Quante palle hanno i David di Michelangelo?
Una media statistica di 2

La Venere non di Botticelli?
Nasce nella Casa dello Studente

Qual'è il soggetto del dipinto "La giovane martire" di Delaroche?
Naturista morta

Conte e Principe? Contemporaneo principiante

Bronzino ha mai ritratto Massimo Boldi e Christian De Sica?
Sì, nel film "Natale agli Uffizi"

Come chiamano le installazioni i concettuali russi?
Niet titolo

Il Narciso di Caravaggio?
Si ammira in webcam

Andreotti aveva raccomandato alcuni artisti?
Domanda scaduta per decorrenza dei termini

"Decalogo" Kieslowsky?
Ho pianto fino al 9,5

L’Amichetto del cuore di Roberto Longhi?
Amico Aspertini 

Perché gli artisti vincitori del Furla spariscono così presto?
Colpa dei critici delle Bermude

Cosa gira intorno alle archistars?
Gli archiplanets

Un famoso allievo di Giotto: Otto Dix

Il Paradiso? Tintoretto l'ha fatto con i piedi per terra

Il Paradiso di Tintoretto? Non c'è posto dove parcheggiare

L'Unesco come ha classificato il critico Riccardo C******?
Patrimonio della disumanità

Cosa utilizzano i pittori di icone per le dorature?
Quadrifoglia di piante aurifere

Cosa c’è nella calza della Befana?
Carbone Kounellis e caramelle Torres-Garcia 

Bonami fa l’enduro dentro i musei?
Esibizionista 

Non sparate sull'artista concettuale. Lui fa quello che può

Possagno e la Gipsoteca del Canova?
Campo nudisti neoclassici

Cosa insegnava a scuola De Chirico?
Educazione meta-fisica?

Perché il Dorian Grey è un romanzo così famoso?
E' andato "Controcorrente"

Un film di Fellini?
Non mi Amarcord più

Baudelaire?
Il paroliere dei Cure

Rimbaud, Corbiere, Laureamont?
Boy band

Comitatone scientifico o comitatone scientista?
Comic-tattone

Cosa cerca di vedere Vettese nei fondi di caffè?
Come prenderci per i fondelli

A che dinastia appartengono i critici Bonito Oliva, Celant e Dorfles?
Critizi egizi

Chi ha appeso 3 bambocci ad un albero del Campo dei Miracoli?
Gattelan Volpe

E Mnemosine?
Ha avuto una relazione con Duchamp

"Carceri d'invenzione" di Piranesi?
I Prigioni sono evasi segando le sbarre

Dove posavano i Prigioni domiciliari di Michelangelo?
Nel suo studio

E’ una cosa geca, ma esiste qualcuno ke, appena alzato dal letto, si mette a postare su Artribune. Ki?
Raffaello

Lo Bon-ami o lo Bon-odi?
Indifferente

Lo Bon-ami o lo Bon-odi?
Non è Bon-ito

A che spettacolo televisivo ha partecipato Leonardo?
Firenze's got talent

A che spettacolo televisivo ha partecipato Vivaldi?
Venezia's got talent

Chi ha vinto l'X-Factor dei Seicento?
Caravaggio

Nn vi piacciono le mostre del MAXXI?
Datele da remixare a Cristian Marchi 

D ke designer sono le ciotole dipinte da Morandi?
By Fede Galizia

Che genere faceva Morandi?
Per lo più House

Davvero secondo Francesca Pasini ogni "arte regionale" è stata cancellata dal sistema?
Pensava ai treni regionali

Cosa ha combinato Bauhaus?
5 dis-ordini architettonici

Perché i vincitori del Premio Furla spariscono così presto?
Risposta sparita.

Perché quando è davanti ad una pittura la Vettese si toglie gli occhiali?
Per non vederla meglio

Chi era il DJ del rinascimento veneziano?
Aretino DJ

Stefano Coletto (Bevilacqua La Masa) è un cinepanettone in 3D?
No, non risulta al box office. 

Ad Angela Vettese piacciono i cinepanettoni in 3D?
Preferisce le performancepanettoni in 3D.

Titolo della tesi di Christian Caliandro?
“Il peximismo cronico aggravato (con complicazioni) nella critica d’arte cinematografica”

Ki si è ispirato alle skatolette d'artista di Manzoni?
I bidoni dei kritici d'arte

Smentisko categorikamente ke ad Angela Vettese piaccia tirar pakki (di Vladimirov Christo)
Preferisce tirar skatolette di Manzoni

Scatolette di Manzoni:
Me®da d'artista

Ke?
Scatolette Manzonin

Skatolette, pakki o skatoloni?
Semmmpre-bbbbidddonni-ssssono 

Monito ai critici: Shhhhhhhh.it 


Ma fi fembra giufto ke kuelli di Artribune facchiano 1 articolo intitolato "Merda"?
Ftavolta l'hanno fatta fuori dal vasino di Duchamp 

...e dopo le skatolette di Manzoni?
Bidoni d'elefante di Ofili

E i critici d'arte?
Vanno avanti a Gina Pane e scatolette

Le opere di Ofili?
Color kaki

L'arte come pro-cesso: Ofili & Manzoni:

Ofili e Manzoni: I Processi Sposi

Cosa denota l'assenza di sense of humor nei prof come Riccardo Caldura?
Il loro sense pr-of horror

Francesca Pasini e Tina Cipollari. Chi butti dalla torre?
Domanda sospesa: la prima ha già buttato giù l'altra 

Qualcuno ha incontrato Patrizia Brusarosco?
Impossibile. Non esce dall'Italian Area 51

Come sta l'asino di Cattelan?
Non bene, oggi si sente un po' tassidermizzato

Re Rebaudengo Torino o Fondazione Donnaregina Napoli?
Sono antimonarchico

Cosa ci fa il Museo Poldi senza Pezzoli?
Poldo Vezzoli

Poldi meno Pezzoli?
1 Poldo solo

Perché in copertina di "Capire l'arte contemporanea" c'è la Vettese di vent'anni fa, truccata con i Dante Gabriel rossetti?
Omaggio al gusto preduchampita

Il Battisti dell'antirinascimento?
Un pistrice per amico

Gli spigoli dei mobili Memphis?
Possono fare Malevich

I fondi oro sono comuni in quale genere di figure?
Icone Glam

Come mai Celant preferisce le installazioni alla pittura?
Perché sembrano + vere

Occhiali di Germano Celant?
Fondi di bottiglia Tony Cragg

Numero cellulare di Opalka:
348327946358987452029883423124242324785425509800982235990

Quanti sono i capolavori di Rosai?
Osteria numero 5

Andrea Pozzo?
Si è fatto troppe illusioni

Andrea Pozzo:
Bolle-cupole di sapone

Cosa ci vuole per bere nella tazzina della Oppenheim?
Pelo sullo stomaco

Chi è il personaggio più ritratto della storia dell'arte?
Supermario

E le educande incavolate di Greta Frau?
Gli han rubato la merenda 

"È una cosa gechissima, ma i premiati del Furla che spariscono, prima o poi vengono visti nel sito Italian Area".
Oscar Wilde 

Cinepanettoni o cinetorroni? blogPaparoni

Cosa mangiano i critici d'arte italici?
La Biscotti per bambini 

Volete togliere di mezzo un nemico?
Fatelo premiare dal Furla 

Cosa denota l'assenza di sense of humor in prof come Riccardo Caldura? Il loro sense pr-of horror 

Perché nelle sue performance Cesare Pietroiusti indossa i mutandoni del nonno e non intimo Dolce & Gabbana?
Citazione dell'arte dell'Ottocento 

Perché nelle sue performance Cesare Pietroiusti indossa i mutandoni del nonno e non intimo CK?
CKacchi suoi

Nelle sue performance Cesare Pietroiusti porta il cravattino da prof e non una mise alla Grayson Perry?
Cambierà stilista

Olafur Eliasson non si vede più?
Hanno tolto la corrente 

Come mai nessuno rimette in discussione le panzane scritte da tanti critici d'arte italiani?
Rimettono nel bagno di casa 

Chi è stata la prima copertinista di Vogue Italia?
Rosalba Carriera 

Chi ha scritto il Conte(mporaneo) di Montecristo?
Un copyone 

Fratelli Tiepolo? Sister Sledge 

Come mai così pochi artisti italiani intervengono in blog e forum?
Caccqua in bocca 

Il pendant del "Senza Titolo"? "Enza Titolo" 

Come è defunto il Post-modernismo?
Per esaurimento di particelle prefissi e suffissi

Le quote latte hanno a che fare con le quote tette?
Sì, entrambe sono quotatissime da Sotheby's

La mission del museo Macro?
Far vedere l'arte al macroscopio

Come funzionava la sartoria FB?
Fontana tagliava Burri cuciva

Come mai la lista di istituzioni dell'AMACI è tanto simile a quella del "Museo Senza Centro" di Italian Area?
Sono amici per la pelle, Amaci sulla pelle degli artisti

Dove è finito il fiato d'artista di Manzoni? Chettefrega? Fatti i fiati tua.

Perché Celant ci racconta solo adesso che all'epoca dell'Arte Povera fumava canne?
Aveva paura che capissimo com'è andata

Marcello Jori ha scritto 1 libro?
Sì “Nonna Picassa”
Sicuro?
Non ci credo!
Verissimo

Volete togliere di mezzo 1 nemico?
Fatelo premiare dal Furla

Perché Angela Vettese scrive nei forum cose tipo “Cuccia ha governato la finanzia italiana per decenni e non ha mai rilasciato un'intervista”?
E' spiegato nel quarto mistero doloroso di Infelicita Bevilacqua La Masa

Da un bel pezzo non si vedono in giro mostre di C.M.Mariani. Dov'è finito?
Ha ricevuto dal Furla il premio alla carriera?

Cattelan vuole smettere di fare l'artista?
Si iscriva ad un corso di disegno dal vero

Luca Rossi sì Giuseppe Verdi no? Roberto Longhi no Cristiana Curti sì

Dove finiscono gli artisti Furla premiati? Anonima sequestri d'arte

I premiati del Furla vanno al Festival di Sanremo?
No, Duran Duran pochissimo

Il talent "Ti lascio una canzone? “Ti lascio un'installazione”

La bissa-bissa-boa di Lochness, Yeti vari e invisible man?
Furlani

Un'altra mostra di americani alla Bevilacqua?
Parapaponziponzipò

Davvero Celant ha dichiarato che quelli dell’Arte Povera si facevano “canne pazzesche”?
Sì, erano poveri in canna

Artribune: Pekkké Fignor Celant, tutte ‘fte moftre di Arte Pofera?
Celant: Fono folo il trailer di kuello ke afferrà nel 2013

Cosa scrive Marcello Faletra sul postmodernismo?
Alcune Koons-iderazioni affrettate.

Il colore che va di + nella critica d'arte italica?
L'eminenza grigia

Cosa mangiava la Vettese da piccola a colazione?
Un Pappa-roni

Enrico Scarpa Giacomelli o Daniele Maria Kos?
Non facchiamo konfufione

Germano Celant?
Pittofobico borderline

Celant non ama la pittura?
Soffre di pittofobia

Il primo premiato del Furla?
Lo scienziato Majorana

Con quale emoticon rappresenteresti la Vettese che racconta una delle sue solite panzane?
:------------)

Perché ci sono artisti che mostrano le loro opere solo dentro le gallerie?
Non hanno ancora fatto coming out


L'arte pubblica?
Ha fatto coming out

Golia di Michelangelo?
Assente giustificato

Paolina?
2 volte borghese

Pigmalione e Galatea del Bronzino?
Ha fatto un capolavoro

Pigmalione e Abramovic?
Dopo ha scolpito anche Ulay

Chi era Galatea?
La prima performer della storia dell'arte


Pigmalione e Galatea del Bronzino?
Tableau vivant

Bauhaus?
Ci ha rotto il timpano

I Carracci e i La Bionda?
2 Bros

Installazioni ready made?
Arte "verista"

Ready made?
Iperverismo

Arte povera?
Natura morta verista

Le scatolette made in Manzoni?
Ha cessato la produzione

Gli artisti italiani dopo Manzoni?
Non fanno più le scatolette di una volta

L'arte verista?
Realismo socialista? Accademismo? 1 ready-madismo

1 ready made?
Sembra vero

1 ready made?
Sembrerebbe verista

Perché piangono quelli del "Quintet of the unseen" di Bill Viola?
Sanno di essere una brutta opera d'arte

"Quintet of the unseen" di Bill Viola?
Video lacrimogeno

PKE' i mutandoni del nonno ke Cesare Pietroiusti porta nelle sue performance hanno quelle macchie giallastre?
Citazione dell'arte dei Macchiaioli

Facchiamo 1 peffomance io+tu e poi facchiamo 1 ciumpaciump io+tu?
Lei si facchia i facchi suoi

Che ha combinato il performer A.M.?
Atti o-scemi in luogo pubico

I Souvenir italiani più venduti?
David Torre Venere gondola

I Souvenir italiani più venduti?
D&G David & Gondola

Gli artisti dove prendono i ready made pronti all'uso?
Nelle buste dei "4 Ready Made In Padella" Findus

Che suono emette 1 artista quando fa l'ennesimo ready made?
Coccodeeeee

La "Gita al Faro" della Woolf?
Rinviata alla scrittrice successiva

La Valguga alla maturità ha preso sessanta sessantesimi?
Seicento seicentisti

Patrizia Valduga scrive ancora rime baciate?
Smak-atamente

Wislawa Szymborska?
1 vera poetesskaya

Che età ha l'Arbasino?
Gruppo 63

In che categorie gli scienziati dividono le installazioni?
Installattiti e installagmiti.

Vito Acconci e la performance onanistica?
Questa non è una pip(p)a

Vito Acconci performer un po' magretto?
Un po' Magritte

Marina Abramovich "Imponderabilia"
Questa non è una poppa

Modelle nude di Beecroft?
Questa non è una chiappa

Giovanni Anselmo "Senza titolo (Scultura che si mangia l'insalata)"?
Scultura che si mangia gli smarties

Vito Acconci si morsicava le cosce?
Incosciante

Che artista moderno piaceva a Roberto Longhi?
Gianni Morandi

Vittoriale o Vittoriano?
Padiglione Italia by Sgarbi

Coco o Kiki?
Chanel de Montparnasse

La "Roma" di Fellini?
Allenatore Bernardino Zapponi

Ma quello di Hayez è un bacio alla francese?
All'Olandese Volante

Ma allora quello di Hayez è un bacio politico?
Bacio alla italo-francese

Ma Pasolini frequentava i dandy di periferia?
No, le teppe dei salotti bene

Che premio danno agli scrittori italiani vincitori dello Strega?
Biglietto d'uscita da Danteland

Boltraffio?
Un follower di Leonardo

Il voto massimo di Cacciari ai suoi studenti?
Trenta e Loden

Andrea Viliani?
Deve cambiare paroliere

Come si presenta Beatrice Merz?
"Piacere, figliadimarioemarisamerz"

Post - lavori in corso....